mailMenu
logo small
Stampa

Un record U20 e buoni risultati per i giovani ticinesi ad Aarau

on . Postato in Stampa

Primato ticinese U20 per le ragazze della Sal nella 3x1000, ma il Ticino torna a casa senza medaglie dai Campionati svizzeri di staffette


Aarau

I Campionati svizzeri di staffette di Aarau non hanno portato nuove medaglie al Ticino che oltre Gottardo si è dovuto, per così dire, accontentare di due quarti posti, due quinti, un sesto e un settimo posto raccolti nella categorie U20, U18 e U16. Podio mancato a volte per poco, ma in un contesto di sicuro valore con tutte le migliori società svizzere a lottare per gli ambiti titoli nazionali.
Tra le ragazze la Sal Lugano si è presentata ad Aarau nella 3x1'000 metri con Lucia Croci, Evelyne Dietschi e Chiara Rezzonico. Il trio ha offerto una buona prova, cogliendo il nuovo primato ticinese di categoria in 9'28''37. Migliorando il precedente record (già della Sal) di tre secondi, le luganesi si sono inserite al quarto rango. Poche ore dopo Lucia Croci e Chiara Rezzonico sono tornate in pista per le prime due frazioni della staffetta olimpionica (800 e 400 metri) dove, con Claudia Mattiello (200) e Roberta Mazzotta (100), hanno chiuso al quinto rango in 4'07''89.
Tra le sedicenni ottimo il percorso fatto dalla Virtus Locarno nella staffetta 5x80 metri. Nora Ranzoni, Estelle Gerber, Federica Ciulla, Julia Gianora e Isabella Dal Bò sono riuscite a qualificarsi per la finale in un lotto di 40 compagini. Dopo aver corso le serie di qualifica in 50''58, nella semifinale si sono migliorate a 50'44, accedendo così all'atto finale dove, terminando in 50''97 si sono inserite al buon quinto rango.
Nel settore maschile tre le compagini ticinesi al via, tutte nella categoria U18. La 3x1000 ha visto in pista la Sam Massagno e la Virtus. I luganesi Michele Lardi, Gabriele Cresta e Pietro Calamai hanno fermato i cronometri in 8'16''18 al quarto rango, mentre i locarnesi Piero Lorenzini, Silvio Barandun e Flavio Rezzonico hanno colto il sesto rango in 8'31''42. Positiva anche la prova del Gab Bellinzona nell'olimpionica U18, dove Ernesto Stöckenius ha lanciato Mirko Tamò, Mattia Tajana e Enea Balestra verso il settimo rango colto in 3'32''49.

Stampa

I master a Bellinzona, i giovani ad Aarau

on . Postato in Stampa

Fine settimana dedicato al meeting internazionale master di Bellinzona, quest'anno valido pure per l'assegnazione dei titoli di categoria

Comunale Bellinzona

Doppio impegno sabato per l'atletica cantonale. Al Comunale andrà in scena il 14° meeting internazionale master città di Bellinzona, mentre ad Aarau si svolgeranno i Campionati svizzeri di staffette, dove il Ticino presenzierà con alcune compagini. Le staffette presenti Oltralpe rispecchiano le caratteristiche dell'atletica ticinese, sostenuta da un ottimo movimento giovanile. Le squadre che gareggeranno per le medaglie sono di fatto tutte del settore giovanile, come l'olimpionica U18 del Gab Bellinzona e le 3x1'000 della Sam Massagno e della Virtus Locarno sempre tra gli U18. Tra i sedicenni al via i ragazzi della Vigor Ligornetto nella 3x1'000 e le ragazze della Virtus impegnate nella 5x80 m.
A Bellinzona, come detto, si riuniranno invece i master (over 30) per il meeting proposto come tradizione della locale Sab, che quest'anno assegnerà pure i titoli nazionali di categoria. Per ottenere le medaglie, come da regolamento, oltre ad imporsi di fronte agli avversari, occorre pure ottenere una determinata prestazione. Le competizioni del Comunale inizieranno con le prove della marcia alle ore 10, dove al via si annuncia un bel drappello di atleti. Dalle 11 si svilupperà invece il resto del ricco programma che prevede quasi tutte le altre discipline atletiche. Peso, giavellotto, disco, alto, asta, lungo sono i concorsi che occuperanno le pedana di Bellinzona fino alle 17. Per le corse si spazia dai 100 ai 5mila metri, senza dimenticare le prove ad ostacoli.
Tra gli iscritti diversi ticinesi, tra cui alcuni podisti che calcheranno per l'occasione il per loro insolito anello di 400 metri. Il gruppo dei partecipanti è come detto molto eterogeneo: si va dal trentenne all'ottantenne, il che garantisce una manifestazione variata e a tratti affascinante. La giornata si svilupperà come consuetudine con uno spirito in seno dell'amicizia e dello sport, senza comunque dimenticare il massimo impegno a la rincorsa di soddisfazioni personali. Come già accaduto nelle passate edizioni, è pure possibile che al comunale cada qualche record mondiale di categoria, aggiungendo ulteriore stimoli alle sempre agguerrite competizioni in programma. Informazioni, orario e lista dei partecipanti su www.ftal.ch, mentre ai Germania, in occasione dei Campionati europei militari, Adriano Engelhardt correrà un 5mila metri, con nel mirino, perché no, il primato cantonale di Marco Rapp (14'01''4 nel 1988).

Stampa

Olimpionica all’assalto del Gab Bellinzona

on . Postato in Stampa

Mercoledì sera a Tesserete il Gab Bellinzona cercherà di difendere il doppio titolo ottenuto nel 2012, in programma anche un meeting con corse, lanci e salti


tesserete

Mercoledì sera sulle piste di Tesserete andranno in scena i Campionati ticinesi di staffetta olimpionica, che dal 2011 si svolgono tradizionalmente a inizio settembre presso l'accogliente centro sportivo della Capriasca e Valcolla. La disciplina prevede un totale di 1'500 metri, suddivisi in quattro frazionisti che correranno 800, 400, 200 e 100 metri.
L'anno scorso in una serata particolarmente avversa (vento e freddo), il Gab Bellinzona riuscì ad aggiudicarsi il titolo sia al femminile sia al maschile. La composizione dei quartetti non saranno però gli stessi e i pronostici sono pertanto ancor più aperti.
Tra gli uomini le insidie maggiori arrivano dalla Virtus Locarno, già più volte titolata con un quartetto trascinato da Daniele Angelella, dalla Sam Massagno e dall'Atletica Mendrisiotto, che hanno i numeri per impensierire le due compagini del Gab annunciatesi alla partenza.
Tra le donne, accanto alle due squadre Gab, ritroveremo una giovane compagine delle Frecce Gialle del Malcantone, una dalla Sam Massagno e una rodata Sab Bellinzona che cercherà il colpaccio dopo la sfortunata apparizione dell'anno scorso, quando dovette abbandonare per infortunio.
I primati cantonali sono saldamente nella bacheca del Gab: quello maschile di 2'12'47 ad opera di Enrico Cariboni, Joel Geuggis, Alessandro Lafranchi a Alberto Brunelli resiste ormai dal 1999, mentre quello femminile è stato stabilito nel 2010 a Tenero da Tamara Winkler, Lara Kronauer, Barbara Morza e Federica Bomio-Pacciorini in 3'41''13.
Oltre alle due staffette, in programma a fine evento alle ore 20.20 e 20.35, la serata organizzata dalla locale Usc Capriaschese atletica propone anche un interessante meeting C.
Le discipline saranno le medesime delle scorse edizioni e hanno già registrato diverse adesioni anche dalla vicina Italia e da oltre Gottardo. Per i giovani U16 ci saranno i 600 metri validi anche per il trofeo giovanile della Ftal, poi lungo, peso, 200 e 1'500 metri.
Informazioni e orario del meeting Capriaschese su www.uscatletica.ch

Stampa

GAB e SAM sul gradino più alto del podio

on . Postato in Stampa

Ai Campionati ticinesi di staffetta olimpionica le ragazze della Sam Massagno interrompono un decennio di dominio del Gab Bellinzona, che si conferma invece tra i maschi


Colombini

Le piste di Tesserete hanno ospitato mercoledì sera un bel meeting, ripagato da una buona partecipazione e coronati, in chiusura, dai Campionati ticinesi di staffetta olimpionica.
La staffetta femminile è stata un susseguirsi di emozioni e ha infine premiato la giovane Sam Massagno davanti alla favorita Gab Bellinzona. Nella prima frazione, dopo un avvio in gruppo, Karin Colombini (Gab) ha allungato, lanciando le compagne con un discreto margine. Antonella Lardi della Sam è però stata brava a non concedere troppo spazio e così Janina Kick è potuta rientrare e superare la giovane Ilaria Arini sui 400 metri. Le ultime due frazioni hanno visto il Gab (con Marika Buletti e Giulia Ceschi) avvicinarsi alla Sam (con Sofia Pagnamenta e Eleonora De Putti), ma infine la vittoria è andata alle sottocenerine in 4'00''83 che hanno così interrotto a nove la serie (2004-2012) di successi consecutivi del sodalizio sopracenerino, secondo in 4'01''61. Bella anche la battaglia per il terzo posto, con tutte le altre squadre a giocarsela fino agli ultimi metri. Il bronzo se lo sono infine aggiudicate le Frecce Gialle del Malcantone (Aline Bloch, Carlotta Ulmer, Gaja Sangalli e Martina Stoppa), precedendo Sab Bellinzona e Usa Ascona, tutte racchiuse in un secondo.
Più nitida la vittoria tra i maschi, con il Gab Bellinzona lanciato al meglio da Roberto Simone, abile a scavare un buon divario. Il Gab ha proseguito di slancio con Alex Lunghi, per terminare con agio in 3'22''94 al primo posto grazie a Mattia Tajana (200) e Matteo Morara (100). Comodo pure il secondo rango della Sam che ha emulato la buona prestazione delle ragazze con Pietro Calamai, Aaron Tamburini, Roberto Emma e Andrea Banfi per concludere in 3'28''48. La terza piazza è invece rimasta in bilico sino all'ultimo cambio, quando Atletica Mendrisiotto, Virtus Locarno e Gab 2 si sono presentati appaiati sul rettilineo finale. La seconda squadra del Gab sembrava poter gestire un lieve vantaggio, ma un pasticcio di testimone tra Enea Balestra e Jonathan Colombini è costato loro il podio. Ne hanno approfittato Virtus e soprattutto Christian Caruso della Mendrisiotto che è andato a strappare il bronzo in 3'35''95 davanti ai locarnesi in 3'36''48.
Nelle gare giovanili sui 600 metri di inizio serata vittorie per giovane campionessa svizzera Delia Scablas (Gümlingen), impostasi in 1'41''07 su Sabrina Innocenti del Gab in 1'48''28 e per Alessandro Valentini della Vigor che in 1'28''90 non ha trovato avversari. Lucio Romerio della Sfg Biasca ha corso i 200 metri vicino al personale in 22''96, mentre tra le donne si è imposta Alessia da Silva Ambassador di Airolo in 27''61. Sui 1'500 cavalcata solitaria per la diciottenne Agata Bulloni del Gad Dongio in 5'06''61, mentre Michele Lardi della Sam (4'21''07) ha avuto la meglio solo nel finale su Stefan Binggeli di Zugo. Il concorso del lungo ha visto Alessandro Rossetti di Biasca atterrare a 5.75 metri, mentre tra le donne la migliore è stata la tredicenne Mia Vetterli dell'Usa con la bella misura di 4.83 metri. Il getto del peso ha visto prevalere Céline Vicari, 11.29 con 3 chili e Adelaide Mateus, 9.64 con 4 chili. Tra gli uomini vittorie per Mattias Ferracin tra gli U18 e Adrian Rodriguez tra gli U16. Classifiche complete su www.uscatletica.ch

Stampa

Martina Strano Vince il Titolo nel Martello

on . Postato in Stampa

Cinque medaglie per gli atleti ticinesi a Zug

d ottavio

I giovani talenti ticinesi erano impegnati nel fine settimana alla Herti di Zug per i Campionati Svizzeri U16 e U18, una due giorni di gare ricca di emozioni . Il Ticino era partito con il piede giusto aggiudicandosi in mattinata il primo titolo con la giovane Martina Strano (Virtus) che ha scagliato il martello a 30.51 siglando il nuovo personale.
Il sabato l'altra medaglia è arrivata grazie ai 5.50 m di Eleonora De Putti nel salto in lungo U16 , misura che nel concitato finale le è valso il bronzo, le medaglie le sono poi sfuggite di poco nel getto del peso quarta con 12.08 e nel salto triplo quinta con 10,33 m. I fuochi d'artificio per il Ticino sono partiti domenica nel tardo pomeriggio, la prima medaglia è giunta nel triplo U18 grazie al balzo di 11.12 firmato da Alice Tognetti SFG Chiasso, che dopo aver scoperto la specialità in estate, ha subito centrato una preziosa medaglia di bronzo. Pochi minuti dopo la sua compagna Rachele D'Ottavio partiva sui 400 m per difendere il titolo con un gran finale in 60"22 ha colto un prezioso bronzo alle spalle di un intrattabile Léa Petro, in finale anche Sofia Pagnamenta sesta in 62"00. Nella gara maschile un grandissimo Aaron Tamburini abbassando ulteriormente il personale a 51"08 ha agguantato il terzo posto. Mattia Tajana migliorando due volte il personale 300 m ostacoli ha colto la medaglia di bronzo in 40"22 battendo l'altro atleta del GAB Mirko Tamò quarto in 40"86 grazie ad un netto miglioramento. Tra le U18 Ajla Del Ponte ha brillato ottenendo due quarti posti sui 100 m in 12"14, impreziosito dal personale, e sui 200 m in 25"54 dove è stata accompagnata in finale da Carlotta Ulmer sesta in 26"14 dopo aver corso 25"96 in elimatoria. Evelyne Dietschi sui 3000 m dopo aver dettato a lungo il ritmo a chiuso al quarto posto. Stesso risultato per Matteo Zariatti nel salto in Alto 1.78 m. Sui 600 m U16 Emma Lucchina ha chiuso quarta in 1'38"20 con Aline Bloch in netta progressione sesta in 1'39"14 gara vinta da Veronica Vancardo 1'33"24. Finale per gli 800 m della SAM Antonella Lardi quarta in 2'19"78 e Pietro Calamai sesto in 1'58"94. Alessandro Valentini quinto sui 2000 m in 6'11"27 i ticinesi che ha sfiorato il podio.
Tra i protagonisti dei campionati Andri Oberholzer, che a suon di personali ha vinto tre ori vincendo Salto con l'asta, Getto del peso e Salto in alto condito con l'argento nel salto in lungo imitato tra le ragazze da Geraldine Ruckstuhl lancio del giavellotto, salto in alto, e getto del peso ed un argento nel lancio del disco. Tripletta anche per Iglin Sales Junior 80 m, 80 m ostacoli e salto in lungo. Nell'asta U18 gara incredibile con Angelika Moser vincitrice del festival olimpico della gioventù che dopo aver vinto il titolo in un appassionante duello con la duplice campionessa svizzera di 100 m e 100 m ostacoli Irina Strebel, ha sfiorato il primato svizzero di categoria fallendo di poco i 4.08 m buona la gara di Ajila Del Ponte che ha raggiunto i 3.00 m. Miglior prestazione assoluta per la categoria U16 anche per la giovanissima Delia Sclabas prima nei 2000 m in 6'12"34. L'atletica torna in Ticino e Mercoledì a Tesserete ci saranno i campionati Ticinesi di staffetta Olimpionica.