mailMenu
logo small
Stampa

Daniele Angelella e Ajla Del Ponte su tutti

on . Postato in Stampa

Tre titoli arricchiti da record personali e primati cantonali U20 per Ajla Del Ponte, Daniele Angelella si conferma mattatore dai 100 ai 400


d angella

Molte conferme e poche sorprese da questi Campionati ticinesi organizzati sabato e domenica dalla locale Sfg al Vallone di Biasca. Positiva è la conferma della giovane Ajla Del Ponte, capace di correre e vincere sia i 100 sia i 200 metri. L'asconese, ancora U18, ha sbaragliato la concorrenza, stabilendo pure degli ottimi tempi: 12''16 nei 100 a poco dal personale e 24''96 sui 200, record personale e terza prestazione svizzera U18. Alle sue spalle Claudia Mattiello della Sal, seconda in 12''48 e 25''95. Carlotta Ulmer (Frecce Gialle) ha strappato il terzo rango sui 100, mentre Roberta Mazzotta (Sal) sui 200. Ma gli allori di Ajla Del Ponte sono stati tre, dato che la diciottenne si è imposta anche nell'asta, salendo a 3.30 metri e ritoccando di dieci centimetri il primato cantonale U20.
Tre ori al Valloni se li è messi al collo anche l'instancabile Daniele Angelella, capace di correre in poche ore eliminatorie e finali dai 100 ai 400 metri. Sui 100, dove Stefano Croci ha dovuto abbandonare per lieve infortunio, l'atleta della Virtus ha fermato i cronometri a 10''82 davanti a Lucio Romerio (Sfg Biasca) che si è laureato campione U20 in 11''17. Sui 200 podio riconfermato con Angelella in 21''93 e Romerio in 22''79. Positivo anche il crono nella finale dei 400 metri: 48''36.
Nei lanci Nadine Monterosso ha dominato la scena vincendo disco, giavellotto e martello con le misure di 31.35, 37.73 e 31.73 metri, lottando con le giovani Corinna Piffero, Serena Grassi e Céline Vicari, seconde e campionesse U20 nelle rispettive discipline. Bella anche la doppietta di Giulia Malacrida dell'Asspo su 400 e 400 ostacoli, vinti in 58''39 e 63''64, sempre davanti a Janina Kick (Sam), prima U20.
Evelyne Dietschi della Sal Lugano, dopo aver ricevuto la convocazione con la nazionale elvetica per l'incontro internazionale di Cremona (per lei una 10 chilometri su strada), ha vinto con autorità i 1'500 metri, stroncando le avversarie con una condotta d'attacco. Sugli 800 m, nel derby Gab, Alex Lunghi ha sorpreso l'esperto Roberto Simone e Pietro Calamai (1°U20) della Sam, bravo a lanciare la gara a buon ritmo. Al femminile Antonella Lardi della Sam (2'18''03) ha provato a interrompere il dominio di Karin Colombini (Gab), che ha però fatto valere gli anni di esperienza imponendosi in 2'16''91.
Irene Pusterla della Vigor Ligornetto si è presentata solo nel triplo, vincendo la prova con 12.59 davanti a Alice Tognetti di Chiasso (1°U20) che ha poi approfittato dell'assenza della campionessa svizzera per vincere il lungo. Grégory Bianchi (Chiasso) è da parte sua atterrato a 7.06 metri cogliendo il titolo davanti a Andrea Chinotti (Asspo) che con 6.42 ha colto il titolo U20, dopo quello ottenuto nel triplo. Risultati completi sul sito www.ftal.ch

Stampa

Il meglio dell’atletica ticinese a Biasca

on . Postato in Stampa

Sabato e domenica al Vallone di Biasca i Campionati ticinesi assoluti di atletica leggera. 140 gli atleti al via per 28 titoli

Vallone-Biasca

 

Sarà lo stadio del Vallone ad accogliere sabato e domenica i 140 pretendenti ai titoli cantonali assoluti e della categoria U20. La locale Sfg Biasca organizza di fatto la manifestazione, alla quale sono annunciati quasi tutti i maggiori protagonisti di questa lunga annata atletica che sta volgendo al termine.
A parte Adriano Engelhardt, che ha già chiuso la stagione in pista per preparasi al meglio alle imminenti corse campestri, gli altri protagonisti di questo 2013 scenderanno sulle piste e pedane per difendere o conquistare i titoli cantonali.
Ci saranno per esempio le campionesse svizzere Irene Pusterla della Vigor Ligornetto e Giovanna Demo del Gab Bellinzona, che si cimenteranno probabilmente anche in altre discipline oltre alle predilette (lungo e alto). Anche gli altri medagliati degli assoluti di Lucerna saranno della partita: la lanciatrice della Virtus Locarno Rebecca Bähni e Daniele Angelella (pure Virtus) che, dopo il bronzo nazionale, si è migliorato a più riprese ritoccando il primato ticinese sui 400 metri ed eguagliando quello sui 200 metri. Come consuetudine non lesinerà gli sforzi e sui 100 si riproporrà il duello con il numero uno cantonale, Stefano Croci dell'Atletica mendrisiotto, quinto ai nazionali.
Accanto ai rodati atleti non mancheranno i giovanissimi, ossia gli U18 e gli U20 che in stagione hanno saputo distinguersi a livello nazionale e che a Biasca correranno sia per il titolo assoluto sia per quello U20. Citiamo per esempio le velociste Ajla Del Ponte, Sandra Pfahler, Rachel Sak o Carlotta Ulmer che recentemente hanno stabilito il primato ticinese della 4x100 con la selezione Ticino. Nel mezzofondo femminile occhi puntati sul trio della Sal Lugano che ha pure stabilito un primato ticinese in stagione, quello della 3x1'000 ad opera di Lucia Croci, Evelyne Dietschi e Chiara Rezzonico. Sulle distanze degli 800 e dei 1'500 metri, dovranno però vedersela con le esperte Karin Colombini (Gab) e Jeannette Bragagnolo (Sab), così come con la promettente Antonella Lardi della Sam. Sam Massagno che si presenta compatta all'appuntamento, con 14 atleti, lo stesso numero dell'Asspo Riva San Vitale. Le società più numerose rimangono però ancora la Virtus e il Gab con 23 iscritti ciascuno.
Il programma della due giorni prevede la disputa di 28 finali che si annunciano quasi tutte intense e interessanti. Le gare inizieranno già venerdì con le prove del martello dislocate a Locarno, mentre sabato e domenica dalle 15 alle 18 si assegneranno i titoli maschili e femminili. Parallelamente ai CT, Thomas Zacharias dell'Usa Ascona, olimpionico nel 1968, tenterà il record del mondo M65 nel salto in alto (1.66m). Il germanico ha un primato di 2,21 del 1971, ma nel 2007 saltò ancora 1.80 (record mondiale categoria M60. Programma dettagliato, liste di partenza e informazioni sul sito www.ftal.ch

Stampa

Di bronzo il martello della Virtus

on . Postato in Stampa

Si sono disputati sabato a Basilea i Campionati svizzeri a squadre


lancio martello

Si sono disputati sabato a Basilea i Campionati svizzeri a squadre, un evento che ha sempre dato diverse soddisfazioni alle società ticinesi. Nel 2013 è stata la Virtus Locarno a rientrare d'Oltralpe con una medaglia, merito delle lanciatrici impegnato nel martello. Introdotto nel 2007, il campionato prevede la disputa ad anni alterne delle varie discipline atletiche, dove a contare per la classifica finale è la media dei risultati ottenuti dei migliori tre atleti di ciascuna società.
A Basilea la migliore nel martello è stata la campionessa svizzera Nicole Zihlmann (LC Luzern) che con 57.88 metri ha preceduto la prima atleta della Virtus, Rebecca Bähni (53.75 metri). Grazie ai risultati delle colleghe, ottava Dania Santini con 40.63 m, 21ima Nadine Monterosso con 30.30 m e 27ima Serena Grassi con 26,79 metri, la Virtus si è piazzata al terzo rango dietro alle due squadre di Lucerna e con una media di 41.55 metri.

Stampa

Swiss Athletics Sprint

on . Postato in Stampa

EMMA PIFFARETTI EL HADJI N'DYAIE AD CENTESIMO DALLA VITTORIA

swiss athletics sprint

Nel fine settimana con grande successo sono andate in scena le finali nazionali dei progetti giovanili di Swiss Athletics, per il Ticino diverse soddisfazione ma è mancato l'acuto di una vittoria. Domenica ad Ibach i giovani sprinter ticinesi hanno brillato è mancato però sempre un soffio alla vittoria. La campionessa uscente tra le nate del 2002 Emma Piffaretti 8"48 ha ceduto il titolo per un solo centesimo. Nei ragazzi 2001 centesimo El Hadji Ndiaye in 8"64 ha chiuso terzo ad un centesimo al vincitore. Tra le ragazze Nadine Calderari ha corso in 8"29 aggiudicandosi il secondo posto 8"28 suo tempo in semifinale.Bernadette Gervasoni grazie al 8"85 ha chiuso terza tra le ragazze del 2003. Gian Vetterli tra i nati del 2000 ha accarezzato il podio correndo in 7"91 la finale dopo aver addirittura chiuso in 7"87 la semifinale. Il giovanissimo Remy Piffaretti ha chiuso quinto con i nati del 2003 correndo in 8"96 dopo aver ottenuto un eccellente 8"83 al primo turno.
Semifinale fatale ai ticinesi Sofia Orlando 9"18, Simon Calderari 8"67, Christian Reboldi 8"82, Mia Vetterli 8"43 e sugli 80 m ad Aaron Tamburini 9"68, Marika Buletti 10"79 e Chiara Bandoni 10"54. I migliori sono stati i campioni svizzeri Inola Blatty e Inglis Sales Junior. Il dominatore del fine settimana è il tredicenne Awet Eyob che dopo aver vinto ad inizio settembre la UBS Kids Cup ha dominato Mille gruyere e ragazzo più veloce della Svizzera firmando una prestigiosa tripletta.
Sabato a Payerne c'erano 315 giovani mezzofondisti che su un angusta pista a 4 corsie si sono sfidati sui 1000 m. Tra i nati del 2001 Ettore Poroli ha chiuso al terzo posto in 3'03"59 guadagnadosi anche la possibilità i gareggiare al Weltklasse 2014. Tra i nati nel 1998 Alessandro Valentini in 2'44"27 ed Emma Lucchina in 3'09"09 hanno chiuso al quinto posto primi degli esclusi dalla gara zurighese. Nella gara più veloce della giornata quella dei ragazzi 1999 vinta da Ryan Wyss in 2'39"02 gli inseparabili Matteo Cartolano sesto in 2'48"34 e Simone Tattarletti settimo 2'49"87 ha corso una gara eccellente .Tra le nate del 2000 Veronica Vancardo e Delia Sclabas che in stagione avevano già ottenuto tre primati svizzeri U16 si sfidavano sui 1000m, la Vancardo con un'accelerazione irrrestistibile negli ultimi 100m in 2'55"02 ha firmato la gara più entusiasmante del pomeriggio, dove si è ben difesa Rachele Botti 14esima in 3'18"18. Gli altri ticinesi 1998 Nora Ranzoni 3'16"26 e Luiz Corti 3'00"22,1999 Aline Bloch 3'23"12 2000 Francesco Bertoli 3'16"60, 2001 Tessa Tedeschi 3'26"12 e Gioele Turuani 3'18"66 2002 Sofia Orlando 3'44"47 e Nicola Fumagalli 3'22"61 2003 Valera Vedovatti 3'45"06 e Giona Lazzeri 3'42"13. Ultimo appuntamento stagionale per i giovani saranno i campionati ticinesi di gare multiple in programma il 5 e 6 ottobre a Lugano, nel fine settimana a Biasca andranno in scena gli assoluti.

Stampa

Bragagnolo titolata sui 3mila metri

on . Postato in Stampa

Jeannette Bragagnolo si è aggiudicata il titolo ticinese sui 3mila metri, non assegnato lo scudetto sui 10mila vinti da Marco Oberti. Il martello vola vicino ai 65 metri grazie al confederato Bingisser


Locarno-Lido

Dopo una bella stagione contraddistinta da una serie di primati personali dagli 800 ai 5mila metri, mercoledì sera al Lido di Locarno Jeannette Bragangolo del Sab Bellinzona ha coronato questo 2013 con il titolo assolto sui 3mila metri piani. La quarantaduenne ha dimostrato ancora una volta di attraversare un periodo molto positivo, aggiudicandosi la prova in solitaria con il tempo di 10'21''64 e staccando così un prezioso scudetto. Alle sue spalle argento per Stefania Barloggio-Lupatini della Vis Nova Agarone in 10'40''63, mentre il bronzo è andato a Loredana Rossi-Nocelli (primatista cantonale dell'eptathlon con 5143 punti nel 2002), che ha esordito sulla distanza in 11'15''71.
Sui 10mila metri solo due gli atleti al via e dunque nessun titolo assegnato in una gara che ha visto la vittoria in 36'40''37 del veterano della SFG Biasca Marco Oberti, che nel 1992 corse la distanza in 30'22''6 (quarto tempo cantonale di sempre). Secondo rango invece per Davide Vassalli del Gab che ha percorso i 25 giri in 37'16''48.
La serata ha proposto pure le gare valide per il terzo gran prix Ticino, dove il giovane (classe 1998) Aaron Tamburini della Sam Massagno ha stupito sui 400metri correndo in 51''09 davanti a Roberto Simone del Gab in 52''38, Pietro Calamai della Sam e Luca Calderara dell'Atletica Mendrisiotto, ambedue in 52''54
Nelle pedana del martello grande spettacolo con il campione svizzero Martin Bingisser che ha avvicinato il suo stagionale scagliando l'attrezzo a 64.69 metri. Secondo con 48.04 Diego Bettoni della Virtus. Tra le donne l'esperta Danja Santini ha da parte sua vinto il concorso con 41.48 metri davanti all'olandese Bot-Vleerlaag. Sui 400 metri vittoria invece per Arianna Engelhardt dell'Usa Ascona in 61''73.
Negli altri concorsi in programma i migliori ticinesi sono stati Eleonora De Putti (U16 della Sam) nel triplo con 10.48 metri, Nadine Monterosso (Virtus) seconda nel disco con 32.11 metri e Mauro Stucchi del Sab, terzo nel disco con 31.04. Sugli 80 metri riservati agli U16 vittorie infine per Marika Buletti del Gab e Aaron Tamburini della Sam in 10''81 e rispettivamente 9''78. I risultati completi, comprese le altre prove riservate ai giovani si trovano sul sito www.virtus.ch.