mailMenu
logo small
Stampa

Del Ponte limite e primato - Macolin 2017

Del Ponte, limite europeo e primato

- Record ticinese e limite per gli europei indoor sui 60 metri per Ajla Del Ponte. Sui 400 altro primato svizzero per Ricky Petrucciani sulla scia di Daniele Angelella e primato ticinese U20 per Sabrina Innocenti -

asat- A soli sette giorni dal record ticinese sui 50 metri Ajla Del Ponte ha concesso il bis sui 60 metri. All'incontro indoor di Macolin, frequentato per la prima volta nella storia da oltre mille atleti, la velocista dell'USA Ascona ha centrato sia il nuovo primato ticinese, ma soprattutto la qualifica per i prossimi Campionati europei indoor in programma a Belgrado dal 3 al 5 marzo.
La studentessa di Losone ha corso l'eliminatoria in 7''45, vincendo la prima serie. Un tempo che già le dava il nuovo primato ticinese, migliorando il 7''48 ottenuto nel 2006 da Giorgia Candiani. In finale ulteriore miglioramento: limati ulteriori 3 centesimi che regalano alla ticinese il limite per partecipare il prossimo marzo alla massima rassegna continentale al coperto. Ottenendo il tempo richiesto di 7''42, Ajla Del Ponte potrà così essere al via di quest'importante evento, dopo già aver assaggiato il palcoscenico della grande atletica la scorsa estate con la presenza ai Giochi olimpici. A Rio corse la staffetta 4x100, questa volta gareggerà a livello individuale.
In pista a Macolin anche diversi mezzofondisti ticinesi sui 1000 metri, dove Pietro Calamai della SAM Massagno ha chiuso secondo in 2'32''10. Sui 400 metri Virtus Locarno presente in forza con un quartetto guidato da Daniele Angelella che, terzo in 47''99, è rimasto a 30 centesimi dal suo primato cantonale. Conferme per il giovane Ricky Petrucciani che si è aggiudicato la seconda serie in 48''54, migliorando quindi ulteriormente il primato svizzero U18 e il primato ticinese U20 stabilito sette giorni prima ad Aigle di 48''86.
Primato ticinese U20 anche tra le donne grazie a Sabrina Innocenti del GAB Bellinzona che ha polverizzato il suo precedente tempo di quasi due secondi correndo in un buon 58''77. Sui 60 maschili Luca Bernaschina dell'ASSPO ha corso in 7''27, oltre a lanciare 12.91 metri con il peso e correre i 60 ostacoli in 8''37, mentre il compagno di club Matteo Zariatti si è fermato a 1.85 nell'alto. Sui 200 metri del sabato, oltre all'ottimo 22''45 di Petrucciani, da registrare anche il 23''21 di Matteo D'Anna dell'USA e il 23''28 di Filippo Moggi della SAM.
Altri risultati su www.swiss-athletics.ch, ma da segnalare la nuova prodezza di Delia Sclabas che, ancora U18, ha stabilito altri due primati svizzeri U20: sugli 800 il sabato in 2'06''08 e sui 1'000 metri la domenica in 2'44''17, dove anche la giovanissima Mara Moser del GAB si è avvicinata alla soglia dei tre minuti vincendo la seconda serie in 2'02''56.
asat
Elia Stampanoni