mailMenu
logo small
Stampa

Comunicato stampa

Ajla Del Ponte: Non-fumatore dell'anno

ajla17

- Nomina non fumatore dell'anno 2016 -

 Di solito si dice "Non-fumatore" dell'anno ma questa volta è un volto femminile, quindi Non fumatrice dell'Anno. E' come il cuoco dell'anno, vale sia al maschile che al femminile.

Ogni anno l'Associazione Svizzera Non-fumatori assegna una nota di merito ad una personalità che può essere citata quale esempio concreto di non-fumatore attivo e convinto che si trasforma per l'anno seguente in "testimonial" di una vita normale senza fumo.

E' un riconoscimento che viene assegnato dal 1981 e quest'anno fanno trentaquattro. Il premio è stato attribuito in passato a personalità politiche, culturali, sportive e del mondo dello spettacolo. Il 2006 è stato l'anno di consacrazione del non-fumo in Ticino. Tutti ricordano la votazione popolare in cui l'80 % dei votanti approvò l'abolizione del fumo dai locali pubblici. In quell'anno il riconoscimento andò all'arbitro internazionale di calcio Massimo Busacca, L'anno seguente, nel 2007 fu l'illusionista Fantasios, nel 2008 la sciatrice Lara Gut, nel 2009 le marciatrici Marie e Laura Polli con Miss Ticino by Night Viviana Kocher, nel 2010 fu la volta di Pelin Kandemir deputata in Gran Consiglio, nel 2011 lo scettro fu del Consigliere di Stato Paolo Beltraminelli e nel 2012 il premio toccò al mentalista Federico Soldati, nel 2013 a Rubens Bertogliati. Nel 2014 fu la volta di: Inti Pestoni (HCAP) e Raffaele Sannitz (HCL) mentre l'anno scorso toccò ai due presidenti dell'hockey nazionale: Vicky Mantegazza e Filippo Lombardi.
Nel 2016 il riconoscimento resta nel mondo sportivo con un'atleta di atletica leggera che ha partecipato alle recenti Olimpiadi di Rio con la staffetta 4x100 oltre che ai Campionati europei di Amsterdam.
Nella motivazione del presidente ASN Alberto Polli si legge che "Ajla Del Ponte è il modello di non-fumatrice convinta, la cui immagine positiva di atleta di alto livello contribuisce a trasmettere una carica positiva a tutti, ma specialmente ai giovani, affinché resistano alla tentazione di avvicinarsi al fumo nell'età giovanile che è quella più a rischio."
Un riconoscimento che il Ticino sportivo e non saprà apprezzare.

Canobbio, 24 dicembre 2016
Il presidente Alberto Polli