mailMenu
logo small
Stampa

Stagione indoor 2016 - Macolin

Bernaschina di bronzo e Virtus da primato

- Bronzo per Luca Bernaschina ai Campionati svizzeri di gare multiple indoor, mentre record ticinesi per Daniele Angelella sui 200 m e Piero Lorenzini sui 1000 -

asat – Il meeting nazionale di Macolin ha portato grandi soddisfazioni al Ticino atletico e in particolare all'ASSPO Riva San Vitale con il bronzo nel pentathlon e alla Virtus Locarno che nella prima giornata di sabato ha ottenuto ben due primati ticinesi assoluti.
Daniele Angelella ha corso in 21''69 i 200 m alle spalle del romando Bastien Mouthon, ma soprattutto superando il proprio primato di 21''75 che resisteva dal 2013. Sui 400 metri Angelella si è poi ripetuto con una bella prestazione, chiudendo la sua prova prediletta in 47''96, miglior prestazione svizzera 2016 e a soli 27 centesimi dal suo limite del 2013.


Il secondo primato ticinese è arrivato da un sorprendente Piero Lorenzini che, dopo aver migliorato il primato U20 sugli 800 metri qualche settimana fa, questa volta è andata ad abbattere addirittura il limite assoluto sui 1'000 metri. Chiudendo terzo la prima serie alle spalle di due elementi quali Jan Hochstrasser e Tom Elmer, l'U20 della Virtus Locarno ha fermato i cronometri a 2'28"58, strapazzando così sia il primato junior di Pietro Calamai sia quello assoluto di Roberto Simone di 2'32''98.
Il terzo record ticinese è stato invece solo sfiorato da Ajla Del Ponte dell'USA Ascona. La giovane studentessa, a pochi giorni dal nuovo primato sui 200, si è avvicinata decisamente al 7''48 di Giorgia Candiani sui 60 metri. Ajla ha corso in 7"50 nell'eliminatoria e poi in 7''49 nella finale, alle spalle di Salomè Kora ma davanti alla storica rivale Sarah Atcho. Il primato risalente al 2006 sembra quindi avere i giorni contati.
Sempre in occasione del meeting nazionale, si sono pure assegnati i titoli svizzeri delle gare multiple. Tra gli uomini, impegnati in un pentathlon, brillante bronzo per Luca Bernaschina dell'ASSPO Riva San Vitale, in corsa per il titolo fino all'ultima gara dei 1'000 metri, quando la gara si è decisa a favore dello zurighese Jonas Fringeli che con il suo 2'39''88 ha portato il suo bottino a 3'899 punti. Secondo rango per Jan Deuber con 3'991, mentre il ticinese ha accumulato 3'905 punti, frutto di 7''20 sui 60 m, 7,23 m nel lungo, 14 m nel peso, 1,95 m nell'alto e 2'52''75 sui 1000 metri finali. Settimo rango invece per il giovane Gian Vetterli dell'USA Ascona con 3'582 punti.
Tornando all prove singole, Matteo Zariatti dell'ASSPO Riva San Vitale si è classificato terzo nell'alto maschile con 1,82 metri, la compagna di club ha corso i 200 m in 26''75, mentre Ricky Petrucciani della Virtus ha stabilito il proprio personale sui 200 m con 23''70. Oggi, domenica, in programma altre gare e pure il pentathlon femminile valido per il titolo nazionale, con anche Eleonora De Putti tra le 12 partecipanti.