mailMenu
logo small
Stampa

Challenge Sanitas 2015

Premio per la promozione dello sport giovanile

Le Frecce Gialle Malcantone si aggiudicano il secondo premio nazionale Challenge Sanitas 2015

Il 22 ottobre a Zurigo gli otto finalisti nazionali del premio Challenge Sanitas hanno atteso con trepidazione il verdetto della giuria: le Frecce Gialle Malcantone, attive nell'atletica leggera e nel podismo, e unica società ticinese a raggiungere la finale, ha colto due significativi premi.
Il progetto sportivo delle Frecce Gialle offre ai bambini e ai giovani un ambiente adeguato all'età nel quale praticare sport e fare le prime esperienze. La società trasmette ai giovani valori importanti come lo spirito di squadra e il fairplay.


Il primo premio l'hanno assegnato gli oltre 6'600 appassionati di sport che hanno partecipato al voto del pubblico. Le Frecce Gialle Malcantone sono state dichiarate vincitrici con ben 3'231 voti, un vero plebiscito.
Su più di 180 progetti presentati alla giuria le Frecce Gialle hanno colto un significativo e prestigioso secondo rango nazionale dietro solo alla federazione cantonale turgoviese di unihockey. Mai, nelle precedenti ventuno edizioni, una società ticinese aveva ottenuto un simile successo nell'ambito del premio nazionale Challenge Sanitas.
Le Frecce Gialle lavorano in un contesto difficile causa la mancanza di infrastrutture adeguate per lo svolgimento dell'atletica leggera e sopperiscono a tale carenza con lunghe trasferte in altre località. Sicuramente i pregevoli risultati sportivi raggiunti dagli atleti e i riconoscimenti cantonali e nazionali ottenuti dalla società sapranno sensibilizzare le autorità comunali della regione a trovare un'idonea soluzione alla mancanza di una valida infrastruttura da dedicare ai giovani e non solo.
Con il premio Challenge, dal 1994 Sanitas rende omaggio all'impegno di volontariato di circa 300'000 persone in Svizzera, che permette a 1,6 milioni di persone di praticare regolarmente sport. Challenge promuove progetti in grado di offrire ai bambini e ai giovani la possibilità di fare sport con i loro coetanei e di riscuotere successi in campo sportivo.

Foto: a sinistra Mattia Marchesi, membro di comitato, e al centro Matteo Patriarca, vicepresidente delle Frecce Gialle