mailMenu
logo small
Stampa

Ascona-Locarno Marathon 2015 - Risultati

In 1'600 alla prima Ascona-Locarno marathon

Bel successo per la nuova prova podistica del locarnese

Bene i ticinesi Cavadini, Engelhardt e Dietschi, ma è l'Africa davanti a tutti con la vittoria del marocchino Mokraji nella maratona e del keniano Kirui nella mezza.
Alla fine, ma proprio alla fine, anche un raggio di sole ha raggiunto piazza grande di Locarno. Uno sprazzo che ha messo fine a una stupenda giornata podistica. Sì, perché la scommessa dell'Ascona-Locarno Marathon si può considerare vinta. Oltre 1'600 i partecipanti suddivisi nelle tre prove di 10, 21 e 42 chilometri che nella mattinata di ieri si sono gettati con entusiasmo lungo il tortuoso percorso disegnato tra Locarno e Ascona.

 

Curve e controcurve sono state un tema forte nei commenti post gara, quando tutti si sono gradualmente radunati in piazza per una giornata di sport e allegria. Non ha avuto troppi problemi sui due giri del percorso il marocchino Lahcen Mokraji che si è di fatto involtato in una cavalcata solitaria, vincendo in 2h28'29'' la maratona. Per lui un buon risultato, svolto come allenamento in vista di una prossima gara dove cercherà di attaccare il suo personale di 2h12'29''. Secondo rango assoluto e primo ticinese, nonché primo M40, per il bellinzonese Enrico Cavadini che in 2'37''38 ha stracciato il proprio personale nonostante qualche crampo sul finale di gara. Sul podio con loro un fedelissimo delle corse in Ticino, il varesino Ferdinando Mignami che per l'occasione ha concluso in 2h42'49''. Abbondantemente sotto le tre ore anche Luca Mozzini di Camorino (RC Bellinzona) con il sesto tempo di giornata in 2h46'57'' e Gaetano Genovese del 1959 in 2h53'58'' (pure RCB).
Combattutissima invece la gara femminile con il successo andato alla croata Marija Vrajic che ha regolato un terzetto giunto sul traguardo nello spazio di 18 secondi. Alle spalle della nuova regina di Locarno, prima in 2'52''28, la connazionale Nikolina Sustic (2h52'31'') e la svizzera Daniela Gassmann Bahr (2h52'46''). Per il Ticino buon quinto rango assoluto, con il tempo di 3h3'18'', per l'esperta polivalente Paola Casanova di Cadro che ha preceduto Rosalba Vassalli-Rossi del GAB Bellinzona (3h04'51''), al traguardo in compagnia del compagno di viaggio Ralf Mureddu (USC), che ha saputo imporre il ritmo giusto per aiutarla a completare la sua prima maratona. Ottavo tempo invece per Patrizia Besomi Piattini in 3h23'29'', tornata sull'asfalto dopo le esperienze nei trail alpini.
Sulla distanza della mezza maratona di nuovo Africa agli avamposti grazie al Kenia che ha piazzato Robert Kipkoech Kirui e Mary Wanjohi Wangari sul gradino più alto del podio. Il ventitreenne ha dominato in 1h5'26'', precedendo un brillante Eshak Abraham del GAB Bellinzona che in 1h6'27'' si è migliorato sulla distanza. Esordio positivo anche per il terzo classificato, Adriano Engelhardt dell'USA Ascona che ha chiuso soddisfatto la sua prima esperienza sulla distanza. Ora per lui un meritato ma breve riposo prima di riprendere la preparazione per un'altra mezza primaverile, senza tralasciare le corse campestri che già incombono nel calendario. Ha sofferto più del previsto invece Lukas Oehen delle Fecce Gialla Malcantone, quarto con un tempo poco al di sopra dell'ora e dieci minuti (1h10'12''). Completa il bel risultato degli atleti di casa il 7° tempo dell''U20 Roberto Delorenzi dell'USC in 1h15'22''.
Tra le donne, alle spalle della ventinovenne keniana che ha vinto in 1h13'05, altro importante tassello nella carriera e nell'ascesa di Evelyne Dietschi (SAL Lugano) che, correndo in 1h19'04, ha migliorato il primato ticinese U20, stabilito da lei stessa lo scorso settembre sul più ondulato percorso del Greifensee. Terzo rango invece per Stefania Barloggio-Lupatini (Vis Nova Agarone) in 1h25'43 a poco dal personale.
Sulla 10 (9,87 km per la precisione) vittorie per il ventenne Mattia Ferrari di Cannobio (Italia) in 32'36'' e per la zurighese Aude Salord in 35'34'' che hanno aperto la stupenda giornata podistica locarnese, precedendo i migliori ticinesi inseriti tra il 2° e il 6° rango: Tiziano Sarinelli, Flavio Ranzoni e Elia Stampanoni e rispettivamente Jeannette Bragagnolo, Loredana Rossi e Maria Gennari.
Ma la prima Ascona-Locarno marathon è anche vissuta sulle emozioni dei corridori popolari, quelli che sono arrivati al traguardo quando i primi già pensavano alla prossima gara. Sì, gioia pura, come quella esplosa nella compagnia giapponese arrivata sulle rive del Verbano, oppure quella coppia tedesca letteralmente in lacrime alla fine della loro maratona. Semplicemente per avercela fatta, in poco meno di cinque ore.
Risultati, dettagli, immagini e altri riscontri di una riuscita prima edizione sono disponibili sul sito www.ascona-locarno.com, che da già l'appuntamento a tutti per l'edizione numero due in programma il 16 ottobre 2016.
ALM - Ascona-Locarno Marathon

Risultati su www.datasport.ch

Informazioni:
Amedeo Rondelli
Coordinatore Ascona-Locarno Marathon 2015
079 247 22 36

Fotografie: http://www.ascona-locarno.com/social-and-media.html