mailMenu
logo small
Stampa

Ottime prestazioni al 15° Gran premio del Mendrisiotto

OTTIME PRESTAZIONI AL 15° GRAN PREMIO DEL MENDRISIOTTO

Oltre 250 atleti si sono presentati a Chiasso
Comunale Chiasso

Oltre 250 atleti si sono presentati a Chiasso lo scorso sabato per il Gran Premio del Mendrisiotto, egregiamente organizzato dalla VIGOR Ligornetto in collaborazione con l’SFG Chiasso e con il sostegno delle Banche Raiffeisen del Mendrisiotto e del garage Nuova 3antenne. Molti atleti e molte belle prestazioni: con gli ottimi risultati registrati in tutte le discipline il 15° Gran Premio del Mendrisiotto si è rivelato il migliore meeting cantonale del 2010.

 
Sin dalla vigilia molte aspettative erano rivolte alla magica pedana di Chiasso, aspettative che non sono state affatto smentite. La pedana non ha infatti deluso il triplista nazionale italiano Fabrizio Schembri, 8° ai recenti Campionati Europei di Barcellona, che ha eguagliato il proprio primato stagionale di 16.95m, alle sue spalle il campione svizzero in carica, lo zurighese Alexander Hochuli. Tra le donne la vittoria va alla ticinese pure finalista a Barcellona – ma nel salto in alto – Beatrice Lundmark, che a Chiasso si è molto ben dilettata nel salto triplo stabilendo la misura di 12.83 sbaragliando la concorrenza d’oltralpe e quella della vicina Italia. La vittoria nel salto in lungo è andata alla neocastellana Stephanie Vaucher che ha fatto sua la gara con un balzo di 6.04m, la miglior ticinese in questa disciplina è invece stata l’esponente della SAL Moira Di Domenico (5.05m).
 
Le gare di velocità, principalmente affare degli atleti italiani, sono state d’alto livello e hanno riservato interessanti duelli. Martina Giovanetti (GS Forestale) ha vinto i 100m e i 200m con prestazioni maiuscole, facendo registrare rispettivamente i tempi di 11”83 e 23”77. Alle sue spalle troviamo nella gara più corta Doris Tomasini (11”94) e la nazionale austriaca Doris Röser (12”05). Le due atlete hanno poi invertito i ranghi nella gara dei 200. Barbara Morza (GAB) è la migliore ticinese sui 100m  in 12”38, mentre la compagna di società Lara Kronauer fa registrare 26”10 nel mezzo giro di pista. Anche gli uomini hanno stabilito eccellenti prestazioni, prima su tutte quella di Juarez Ishalbet che ha chiuso i 200m in 21”59, seguita dal 10”65 di Massimo Dentali sui 100m. Mirko Berri (VIRTUS Locarno) è stato il miglior velocista ticinese in entrambe le gare fermando i cronometri a 11”16 e 22”30.
 
Le gare di mezzofondo sono state particolarmente appassionanti e contese fino all’ultimo metro. Infatti, le gare degli ottocento metri sono state vinte entrambe sul filo del rasoio, tenendo piacevolmente tutti col fiato sospeso. Tra gli uomini Gueye Mamadu e Dario Ceccarelli non sono riusciti a scendere sotto l’1’50”, ma di poco, finendo con una bella volata in 1’50”18 e 1’50”35. Tra le donne, la zurighese Joelle Flück (2’09”52) soffia invece la vittoria alla ticinese del GAB Tamara Winkler sulla riga dell’arrivo (2’09”78). Nella distanza maggiore, i 3000m, in un pugno di secondi si son giocati la vittoria in molti: ad averla vinta su Ivan Pongelli (GAB, 8’36”13) e Abrahm Eschak (SAL, 8’37”97) è stato l’italiano Luigi Vuerich col crono di 8’34”62. Da segnalare nella medesima gara l’ottima progressione del giovane Adriano Engelhardt (USA), 6° al traguardo con 8’49”53. Tra le donne Arlette Meier-Hunger, campionessa svizzera dei 3000 siepi, ha stabilito la terza miglior prestazione svizzera dell’anno sulla distanza in 9”39”01.
Anche i risultati della gara del lancio del giavellotto sono stati di prestigio e in particolare la prestazione dell’italiano dell’Aeronautica Leonardo Gottardo che ha scagliato l’attrezzo a 69.17m. Miglior ticinese, col giavellotto da 700gr, è stato invece l’esponente dell’ASSPO Riva San Vitale Franz Bernasconi. Tra le donne segnaliamo i 36.74m raggiunti da Nadine Monterosso (AT 90).