mailMenu
logo small
Stampa

Stagione atletica 2014


Un anno magico per l'atletica ticinese

- Daniele Angelella, Ajla Del Ponte, Luca Bernaschina, Evelyne Dietschi, Laura e Marie Polli, Irene Pusterla -

Venerdì al Centro sportivo di Tenero torna la tradizionale festa della Ftal, che vuole anche ricordare in modo gioioso la stagione appena conclusa.

Con le corse campestri alle porte, è l'occasione per fare il sunto su quanto accaduto in questo ricco anno atletico, contraddistinto in particolare dai Campionati Europei di Zurigo. Non sono stati solo gli europei di Mo Farah (oro su 10 e 5mila), dell'olandese Schippers (doppietta 100-200), del francese Mekhissi, tanto forte quanto spavaldo, ma anche e soprattutto sono stati gli europei della Svizzera. Kariem Hussein, Viktor Röthlin e Mujinga Kambundji hanno saputo entusiasmare.
Per il Ticino da annoverare la presenza di ben quattro atleti. Per Irene Pusterla non c'è stata la finale, comunque nelle gambe dell'atleta della Vigor Ligornetto, incappata in una giornata negativa. Si è fermata a 6.39 metri, ma pochi giorni dopo ha saltato 6.65 metri e un mese dopo addirittura 6.75 metri.
Bene hanno fatto le sorelle Laura e Marie Polli (Sal Lugano) nella 20 km di marcia sulla Limmat: le due atlete della Capriasca hanno colto il 19° (Laura) e il 21° (Marie) rango. La prima ha chiuso in 1h33'22'', migliorando di 1'45'' il suo precedente personale e avvicinandosi un poco al primato svizzero di 1h32'36'' detenuto dalla sorella Marie, che ha da parte sua chiuso in 1h34'39'', il suo miglior risultato della stagione.
Il quarto atleta rossoblù in gara al Letzigrund è stato Daniele Angelella (Virtus Locarno) che, dopo aver colto a Losanna, in occasione di Athletissima del 3 luglio, il primato cantonale sui 400 metri in 47''29, ha corso con la Nazionale la staffetta 4x400 metri. Il risultato, 14° rango nell'eliminatoria, non è certo stato dei più entusiasmanti, ma si spera sia stato solo il primo grande appuntamento per l'atleta locarnese che si trasferirà presto a Monaco per il suo studio in medicina, beneficiando altresì di nuove e professionali condizioni d'allenamento.
Il 2014 è stato anche l'anno dei giovani: Ajla Del Ponte e Luca Bernaschina si sono entrambi qualificati e hanno partecipato ai Campionati mondiali U20 disputati a Eugene, negli Stati Uniti, nel mese di luglio. I due hanno poi continuato sullo slancio cogliendo i titoli svizzeri di categoria: su 100 e 200 per Ajla, nel lungo per Luca (oltre al bronzo nel peso e un settimo rango sui 100). I due ventenni sono poi stati tra mattatori anche ai Campionati ticinesi assoluti di fine settembre e, analogamente ad Angelella, hanno portato punti pesanti e contribuito al terzo rango della selezione ticinese in occasione dell'incontro Arge Alp di Landquart.
Un'altra giovane protagonista della stagione è di certo anche Evelyne Dietschi (Sal Lugano), che in questo 2014 ha centrato il titolo svizzero U20 di cross sui prati di Zurigo in marzo, per poi essere convocata con la Nazionale per una prova di 10 km su strada. La mezzofondista si è inoltre impossessata di una serie di primati ticinesi U20: dal miglio ai 5mila, passando pure dai 10 km su strada, dove si è anche laureata vice campionessa svizzera. Adriano Engelhardt (Usa Ascona), invece, dopo un buon avvio con l'argento ai Nazionali di cross d'inizio marzo, ha mancato gli obiettivi stagionali e si è presto concentrato per la prossima e imminente stagione di cross.

 

asat