mailMenu
logo small
Stampa

Weekend di gare in Ticino e a Zurigo - Risultati


Bene i master a Bellinzona, la Virtus Locarno U18 ai piedi del podio nell'olimpionica ai Nazionali

- asat – Più di 300 staffette hanno lottato sabato a Zurigo per i titoli svizzeri delle categoria attivi, U20, U18 e U16. Tra i risultati di spicco un nuovo primato nazionale U20 nella 4x400, dove LC Zürich ha battuto di nove decimi il vecchio 3'18''13, stabilito nel 1988 dal quartetto del KTV Freienbach, con in quarta frazione il ticinese Matteo Patriarca.
Diversi i fuoriclasse in lizza, come Alex Wilson, Marisa Lavanchy o Mujinga Kambundji, già al via nella 4x100 svizzera ai recenti europei. Per il Ticino due sole le squadre partecipanti. L'olimpionica U18 della Virtus Locarno, con Piero Lorenzini, Silvio Barandun, Maximilian Gianora e Alan Rodriguez, ha chiuso al quarto rango in 3'34''96. Le compagne di club impegnate nella 4x100 U18 hanno superato il primo turno correndo l'eliminatoria in 50''52. Nella semifinale Federica Ciulla, Estelle Gerber, Isabella Dal Bò e Nora Ranzoni, in 50''59, sono poi rimaste escluse dalla finale, vinta da Aarau in 48''54.
Curiosa e straordinaria la vittoria nella 3x1'000 metri delle U18 con le sorelle Sclabas, Arianna, Silia e Delia (queste ultime, gemelle, solo quattordicenni) a vincere nettamente la gara in 9'13''13.

Anche il 15° meeting master di Bellinzona ha avuto un ottimo successo e anche qui soprattutto gli atleti esteri o d'Oltralpe hanno risposto all'invito della locale Sab Bellinzona. Dei pochi ticinesi al via molti sono comunque saliti sul gradino più alto del podio.
Nei concorsi serie di ottimi risultati della polivalente Loredana Rossi del Sab, tuttora primatista ticinese dell'eptathlon, che si é cimentata, vincendo, nel lungo (4,93 metri) e nel giavellotto (29,07 metri), dopo aver corso gli 800 metri in 2'23''00. Sui due giri di pista secondo rango per Giuseppe Gioia del Gab Bellinzona in 2'09''55, mentre nei 1'500 la vittoria non è sfuggita a Elia Stampanoni dell'Usc Capriaschese, con Mauro Cappellari (Sab) in 5'20''96 e l'italiano Andrea Corvetti (82 anni) al traguardo in 8'06''80. Ernesto Minopoli, con i suoi 81 anni, ha invece vinto l'asta con 1,80 metri, dopo aver corso i 100 metri in 17''20, mentre Elpidio Ianello (Virtus) è riuscito a terminare 100, 200 e 1'500 metri.
Nei lanci 2° e 4° rango tra gli M35 per Mauro Stucchi (Sab) nel peso con 10,83 metri e nel disco con 32,01 metri. Sui 400 Mary Quirici (Gab) ha chiuso in 67''18 tra le donne 50, mentre nei 5mila metri finali vittoria per Danilo Doninelli in forza al CA Genève in 17'25''36, seguito da Massimo Maggioni (Usa Ascona, 18'05''55) e dalla prima donna, Jeannette Bragagnolo del Sab in 18'15''99. Al traguardo anche Toto Notari in 19'12''02 e Maria Soldini (Usc), prima W50 in 23'42''21.

Il prossimo sabato a Langenthal si assegnano gli ultimi titoli svizzeri della stagione con le gare di team, dove il Ticino potrà schierare due squadre maschili: nel martello la Virtus Locarno (già primi nel 2010 a Colombier) e sui 1'500 il Gab Bellinzona che, al femminile, ha già colto diverse soddisfazioni (oro nel 2009) in questa disciplina.