mailMenu
logo small
Stampa

Campionati svizzeri U23 e U20 - Risultati

100-200, la doppietta è di Ajla Del Ponte

- Doppio oro U20 per la velocista Ajla Del Ponte, titolo anche a Luca Bernaschina (lungo) e Leocard Garbani Nerini (alto)-

asat - Tra i protagonisti dei Campionati svizzeri giovanili disputati sabato e domenica al Centre sportif du Bout-du-Monde di Ginevra c'è di certo anche Ajla Del Ponte. L'atleta dell'Usa Ascona è tornata a casa con due ori U20. Nella prima giornata ha corso in 12''06 la finale dei 100 metri (dopo un 12''10 e un 12'11 in qualifica), mentre domenica ha fatto forse ancora meglio, stabilendo il personale sui 200 metri (24''54) e spuntandola per soli cinque centesimi sulla favorita Sarah Atcho di Losanna. Nella stessa finale, positivo anche l'approccio di Claudia Daniela Mattiello (Sal Lugano), quarta in 25''87 e di Carlotta Ulmer (Frecce Gialle Malcantone), 7a in 26''34.
Dai salti gli altri due titoli per il Ticino. Leocard Garbani Nerini della Virtus Locarno nell'alto U20 e Luca Bernaschina dell'Asspo Riva San Vitale nel lungo U20 sono riusciti a lasciarsi alle spalle Jan Deuber, il nostro migliore decatleta U20 (presente come Luca ai Mondiali U20 di Eugene), vincendo i rispettivi concorsi con le misure di 2 metri e rispettivamente di 6,89 metri. Nella prima giornata Bernaschina aveva già colto un bronzo nel peso, scagliando la boccia da 6 kg a 15,11 metri (primato personale), e un 7° rango sui 100 metri, corsi in 11''23.
Sempre tra i ventenni le altre medaglie rossoblù: Evelyne Dietschi (Sal), partita da favorita, ha mancato l'oro sui 5mila metri (17'33''95), battuta solo da Flavia Stutz (17'26''17). Argento anche per Massimo Spigaglia della Virtus, con i suoi 38,60 metri nel martello di sei chili, e per Andrea Chinotti dell'Asspo con 13.22 nel triplo, a soli 10 centimetri dal titolo. Ai piedi del podio Fabiano Spigaglia (Virtus), 4° nel disco da 1.75 chili con la misura di 39,61 metri, mentre Mirko Tamò del Gab Bellinzona ha centrato la finale sui 400 ostacoli con il personale di 48''02, poi confermato al centesimo il giorno seguente. Personale e 8° rango finale anche per Ilaria Arini (Gab) in 2'23''13 sugli 800 metri.
Tra gli U23 Stefano Croci si è confermato tra i migliori nella velocità, cogliendo un 7° rango sia sui 100 metri (10''99 in finale e 10''98 in semi) sia sui 200 metri (22''91). Sul giro di pista netto miglioramento per Lucio Romerio che in finale ha corso la prima volta sotto i 50'', chiudendo al quinto rango in 49''85. Sempre sui 400, ma tra le ragazze, quinto rango anche per Giulia Malacrida (Asspo) in 59''36.
Il Ticino torna da Ginevra con quattro ori, tre argenti e un bronzo, oltre a molte altre soddisfazioni personali. Tutti i risultati su http://cs2014.stadegeneve.ch, mentre mercoledì a Tesserete si torna in pista per i Campionati ticinesi di staffetta olimpionica, in occasione del meeting capriaschese.