I titoli ticinesi giovanili in palio a Bellinzona

Domenica, al Comunale di Bellinzona, i Campionati Ticinesi giovanili organizzati dal GAB chiuderanno la stagione in pista 2019. L’intensa giornata di gare, che assegnerà 34 titoli nelle quattro categorie, vedrà ben cinque società (VIRTUS Locarno, USC Capriaschese, GAB e SA Bellinzona e AS Monteceneri) al Comunale con una squadra composta da più di 20 atleti. A livello individuale, saranno presenti nove dei dieci medagliati ai recenti Campionati Svizzeri di categoria a Düdingen; assente la sola Emma Piffaretti, reduce dall’argento nazionale U18 nell’eptathlon con cui ha chiuso in bellezza un’0ttima stagione.

Tra gli U18, al via ci sarà Christian Reboldi (SAB), che in stagione ha vestito pure la maglia della nazionale e dopo l’argento ai Campionati Svizzeri avrà voglia di rifarsi. Nei 100 metri troverà Mattia Schenk (FGM), uscito invece alla grande dalla trasferta friborghese. Reboldi sarà tra i favoriti anche nei salti, in particolare in lungo e in alto. Nel salto con l’asta, gli occhi saranno puntati sul vicecampione svizzero Leo Pedrioli (Virtus), mentre sui 400 Matteo Romano (ATM) e Daniel Barta (SAM) animeranno un bel duello. Tra le ragazze, spicca un terzetto che ha sfiorato la selezione in nazionale: Maëva Tahou (SAB) sarà al via sui 100, 100 ostacoli e nel lungo, dove troverà sulla sua strada anche le compagne di società Bernadette Gervasoni e Ulla Rossi, grande favorita poi nell’alto. La lanciatrice Giada Battaini (USC), doppia vicecampionessa svizzera, nel peso punta ai 14 metri. Sugli 800, Zoe Ranzoni (Virtus) chiude una grande stagione a livello di tempi, con una selezione nazionale e una medaglia sfumate di poco. Molto più equilibrio nei 1500 maschili, dove si prospetta una gara tattica.

Tra gli U16, nei lanci il campione svizzero del disco Elias Hadu sarà uno dei grandi protagonisti con tutta la Virtus. Sugli 80 metri Joao Sepulveda e Giona Pasteris, dopo aver sfiorato il podio alla finale Swiss Athletics Sprint, troveranno anche Leonardo Ambiveri (SAL) sulla loro strada. Tra le ragazze, tra le ventotto partecipanti spicca Desirée Regazzoni. Ottima partecipazione anche sui 600, con una trentina di ragazze al via tra cui Petra Crescini (ASM) che guida le liste stagionali; tra i venti ragazzi, il più veloce dell’anno è Giulian Guidon (GAB). Nel salto in lungo, Matteo Borri (SAL)è l’unico oltre i 6 metri mentre Gaia Iten (USC) la sola oltre i 5 metri. Nell’alto, le gare sembrano un po’ più imprevedibili.

Le prime tre medaglie saranno assegnate alla 9:30 sulla pedana Novartis di Locarno, dove nel lancio del martello tra i favoriti ci saranno i tre medagliati svizzeri della Virtus Giona Erdmann, Claudia Gilgen e Mia Schaufelberger. I Campionati Ticinesi saranno decisivi anche nella corsa ai premi del Trofeo Giovanile, che premia gli atleti più costanti e polivalenti lungo l’arco della stagione.

Leonida Stampanoni

Scroll to top