CS U20/U23: Petrucciani e Vetterli calano la tripletta d’oro a Winterthur

Rizzi, Guidon, Lucchina, Moggi e Kick a medaglia

Weekend di gare nella città di Winterthur, dove nelle giornate di sabato e domenica si sono svolti i Campionati Svizzeri U20 e U23 di atletica a cui hanno preso parte un buon numero di atleti ticinesi. La città zurighese, il cui nome sembra proprio dire “inverno alle porte” ha offerto una due giorni di tempo instabile e, nella giornata di domenica, di pioggia inarrestabile con temperature appena superiori ai dieci gradi, condizioni che non hanno sicuramente favorito le prestazioni degli atleti in gara. Ciò nonostante, per gli atleti ticinesi sono arrivate tre importanti medaglie d’oro e altre sei medaglie tra argenti e bronzi.

Doppietta quasi scontata per l’onsernonese Ricky Petrucciani (LC Zürich) che, presentandosi ai blocchi di partenza dei 100 e 200 metri, dopo aver superato le fasi di qualificazione, si è imposto sugli avversari rispettivamente nei tempi di 10’’52 e 21’’31, laureandosi campione svizzero U20 in entrambe le discipline. Petrucciani chiude così un tris di medaglie molto importanti, con i titoli dei campionati nazionali assoluti nei 400 metri e quelli ottenuti nei 100 e 200 metri nei campionati di categoria. All’oro di Ricky ha fatto eco la prestazione dell’U20 Gian Vetterli (US Ascona), che grazie a un miglior lancio di 15.10 metri ha piegato la concorrenza e si è meritatamente guadagnato il metallo più prezioso nella disciplina del getto del peso. L’atleta asconese si è tolto un’altra importante soddisfazione nel lancio del disco, disciplina in cui, grazie a una migliore prestazione di 46.20 metri si è messo al collo la medaglia di bronzo. I concorsi dei lanci hanno sorriso anche all’altro sopracenerino, Emanuele Rizzi della VIRTUS Locarno, che ha mantenuto le aspettative e si è piazzato al secondo rango nel lancio del martello U23 con la misura di 40.98 metri. Nei 400 metri ostacoli era atteso Alessio Guidon (GA Bellinzona), che ha tenuto fede ai pronostici e grazie al tempo di 57’’28 è salito sul secondo gradino del podio. Tra le U23, l’unica medaglia al femminile è arrivata da Emma Lucchina (VIGOR Ligornetto) che ha disputato la finale dei 1500 metri di domenica e, grazie all’ottima gestione della gara tattica e un buon ultimo rettilineo di pista, si è messa al collo la medaglia d’argento. Prestazione di spessore e medaglia di bronzo per l’altro noto velocista Filippo Moggi (LC Zürich), campione svizzero U20 uscente e al primo anno nella categoria U23 che, dopo aver agevolmente superato le qualificazioni di sabato, ha ottenuto il terzo rango nei 400 metri fermando il cronometro a 47’’90. Un’altra rilevante terza posizione è stata conquistata da Martino Kick (SA Massagno), il quale, essendo purtroppo di nazionalità tedesca, non ha potuto ricevere la medaglia. Kick ha comunque valicato l’asticella di 1.96 metri, sua migliore prestazione stagionale.

Le prestazioni di Simon Calderari (SFG Chiasso), Tommaso Marani (SA Lugano), Silvio Barandun (VIRTUS Locarno) e Mara Moser (GA Bellinzona) hanno portato in casa Ticino quattro medaglie di legno, ma tutte le loro prestazioni sono degne di nota. Calderari, al via dei 100 metri a fianco di Petrucciani è riuscito a qualificarsi fino all’atto finale concludendo in 10’’96, a soli cinque centesimi dal suo record personale. La migliore prestazione personale è invece arrivata per Tommaso Marani nei 1500 metri che, fermando il cronometro a 4’02’’43, si è migliorato di oltre due secondi rispetto al precedente tempo. Progresso molto simile per Silvio Barandun, al via con il tredicesimo tempo di accredito sugli 800 metri, ha siglato un miglioramento cronometrico di circa due secondi e firmato il nuovo record personale di 1’56’’56. Anche l’atleta bellinzonese Mara Moser si è riconfermata su ottimi livelli negli 800 metri, disputando sabato le qualifiche e domenica una finale conclusa nel miglior tempo stagionale di 2’13’’22. Si segnala inoltre il quinto rango di Dave Derigo (GA Bellinzona) sulla distanza dei 5000 metri U23, di Simone Tattarletti (US Capriaschese) sui 400 metri U20 e di Stefano Morandini (ASSPO Riva San Vitale) nel lancio del martello U20. Ottima finalista nel settore della velocità è stata Rachele Pasteris (SA Bellinzona), che ha concluso i 100 e i 200 metri rispettivamente ottava in 12’’50 e sesta in 25’’77.

Molti di questi atleti si ritroveranno insieme il prossimo weekend in occasione del meeting ARGE ALP di Innsbruck, al quale parteciperà la Selezione Ticino assoluta.

Redazione FTAL, foto archivio

Scroll to top