CS Staffette 2018 Thun

GAB e SAB d’oro e di bronzo ai Nazionali di staffetta

– Tre medaglie U18 ai Campionati svizzeri di staffetta a Thun: oro per la staffetta del GAB nella 4×100, bronzo e primato cantonale U20 per la SAB Bellinzona nella 4×100, bronzo per i giovani del GAB nella 3×1’000, quinto rango della Virtus Locarno nell’americana –

FTAL/elista – Domenica 2 settembre si sono svolti a Thun i Campionati svizzeri di staffetta, dove allo stadio “Lachen” sono stati oltre 1’300 gli sportivi che in rappresentanza della loro società hanno lottato per i titoli e le medaglie nelle categorie U16, U18, U20 ed élite (uomini e donne). Infine sono stati quasi 300 squadre al via e il Ticino ha saputo conquistare ottimi risultati. Le cinque compagini al via hanno colto un bottino complessivo di ben tre medaglie: un oro (4×100 GAB U18), e due bronzi (4×100 SAB U18 e 3×1’000 GAB U18).
La prima medaglia in ordine cronologico è arrivata nel primo pomeriggio dalla staffetta 3×1’000 metri U18 del GAB Bellinzona che in 8’03’’22 ha chiuso al terzo rango alle spalle della comunità atletica Petit-Léman e dello ST Berna. Artefici dell’ottimo risultato sono stati i ragazzi allenati da Chico Cariboni, Luca Innocenti, Mattia Verzaroli e Nicola Lo Russo che hanno chiuso a ridosso dei primi correndo a una media di 2’41’’ al mille.
I compagni di club Nicola Fumagalli, Leandro Broccucci, Alessio Guidon e Julian Rüfenacht erano invece tra i favoriti per una medaglia nella 4×100 U18, dove hanno ottenuto l’accesso alla finale con il terzo crono di 44’’65. Nella finale i ragazzi hanno poi fatto un netto e importante miglioramento correndo in 43’’55, un tempo che è valso al quartetto del GAB l’oro davanti alle compagini del TV Zurigo e LG Bern, raggiunte e superate nell’ultimo rettilineo dell’entusiasmante staffetta.
La giovane SAB Bellinzona, campionessa cantonale della 4×100 era invece tra le favorite tra le U18, dove Maëva Tahou, Bernadette Gervasoni, Rachele Pasteris e Tessa Tedeschi si sono qualificate agevolmente per l’atto conclusivo correndo in 48’’48, terzo tempo delle serie e in linea con il loro primato cantonale U20 stabilito in agosto. Le ragazze della capitale si sono poi migliorate nettamente in finale, ottenendo il 3° rango in 47’’82, migliorando così di nuovo il primato cantonale U20: sia il già loro 48’’35 a livello di club, sia quello corso nel 2013 dalla Selezione Ticino U20 formata da Pfahler, Del Ponte, Sak, Ulmer (48’’12).
La Virtus Locarno si è invece cimentata nell’americana uomini, dove Daniele Angelella, Silvio Barandun e Piero Lorenzini si sono suddivisi liberamente i 3’000 metri della disciplina. Il terzetto si è ben difeso, chiudendo quinto a soli quattro secondi dal podio in 6’49’’57, non così lontano dalla miglior prestazione cantonale dell’USA Ascona che risale al 1991.
Ha mancato per soli 9 centesimi l’accesso al finale l’Atletica Mendrisiotto nella 4×100 uomini. La società del Mendrisiotto ha schierato Stefano Croci, Rafael Pedro Peixoto, Benjamin Rajendram e Aaron Dzinaku che hanno chiuso in 43’’58 al settimo rango. L’onsernonese Ricky Petrucciani, con l’LC Zurigo, ha invece ottenuto due ori: nella 4×100 e nella la 4×400 metri.
FTAL/elista

Scroll to top